Kaiser Chefs + Maximo Park @ Rolling Stone

Il bello di questi concerti milanesi è che sai che appena entri nel locale troverai di default una trentina di persone che conosci, e che ne saluterai una dietro l’altra, e che dovrai interrompere un discorso con una perchè hai visto qualcun altro o perchè qualcun altro ancora ti interrompe direttamente. Ieri ho visto tanta tanta gente che mi fa piacere vedere ed è un peccato che in diversi non replicheranno lunedì per i Bloc Party, a quanto mi hanno detto.

I Maximo Park iniziano coi suoni fatti male come a Bologna. Ennò cazzo, penso, due su due no…meno male che ben presto tutto si sistema ed è il finimondo, canzoni suonate benisimo e pubblico esaltato, un concerto perfetto, gente che sa suonare, cnazoni scritte benissimo, loro tutti tengono il palco in modo brillante, Paul è il solito scatenato ma anche gli altri non scherzano. Grandissima band!

Arrivano i Kaiser e io parto dietro perchè temo il delirio davanti, che infatti si manifesta subito. Però un concerto è bello vederlo dietro se il gruppo ha buone ualità tecniche, e decisamente non è questo il caso. "We’re Kaiser Chiefs, we’re here to entertain you", almeno Ricky è onesto e ammette senza remore il principlae scopo della sua band. Che è ottenuto alla grande, e allora che senso ha star dietro ad ascoltare? Davanti a far casino! Everyday I Love You ecc… è il momento adatto perchè saltano tutti e io mi getto a capofitto in avanti con gente che mi urla "vai Barto!" mentre li supero a velocità smodata. Alla fine mi piazzerò più laterale perchè in mezzo fan troppo casino, ok divertirsi ma spintoni del genere no. Il concerto va avanti tra gente che salta urla canta e Ricky a mille, che si diverte tra ammiccamenti prima e crowdsurfing per tutta la lungheza del Roling poi. Alla fine qualcuno dirà "I Kaiser fanno casino, i Maximo suonano" e io condivido, ma l’importante è che ci siamo divertiti come dei pazzi!

Annunci

Pubblicato il novembre 16, 2005 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. già già

    ho tentanto l’avanzata kaiser.
    ma l’altezza è stato un gap troppo alto 😦
    retrovie. mestamente

  2. ci pensavo anche io ieri. a questa cosa di incontrare tutte le persone.. e mi è tornato in mente una sera di qualche anno fa. suonavano i manics+mansun e io non sono andato.
    perchè non conoscevo nessuno.
    che tristezza.

  3. ahaha!! Anch’io passo 1/3 del tempo a salutare, distogliendo gli occhi dall’interlocutore di turno per salutare qualcun altro. Mi scuso pubblicamente qui ora! 😉

    Comunque tutta sta differenza tra Maximo Park e KaiserChiefs che gli uni sanno suonare e gli altri no, io non la vedo. Sono due adorabili mezze calzette, entrambi. E va bene così. E’ così che dev’essere! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: