Swedish pop

Mi rendo conto che ormai si parla pure troppo di quanto bel pop si possa scovare in Svezia, però cavolo uno pensa che prima o poi alcune cose debbano cambiare, per esempio che la cosa diminuisca, sia in quantità che in qualità, e soprattutto che magari ne svenga portato un po’ di più "alla luce" di questo pop, dato che è vero che è tanto, ma per scovare gli artisti il lanternino va usato eccome, non funziona come i gruppi inglesi fighi o presunti tali che te li sbattono in faccia ovunque, qui ti devi mettere a cercarli tu.  e siccome si sa che io ascolto tanta roba, ma difficilmente scovo qualcosa di mio, ci vuole comunque un evento esterno che mi mostri queste bellezze.
Dicevo, uno pensa che le cose debbano cambiare, ed invece no. Il pop svedese anche nel 2006 è tanto, è figo e soprattutto non viene strombazato qua e là. E così per sentir parlare dei Suburban Kids With Biblical Names ho dovuto leggere la recensione apparsa su musicboom, per conoscere gli Shout Out Louds ho dovuto andare al concerto ma solo perchè andavano più o meno tutti, e allora si vede che sono bravi, mi sono detto… E adesso musicboom stesso mi viene in soccorso con due promo, quelli di Jenny Wilson e di Peter, John And Bjork.  E che cavolo ragazzi, qui è ancora roba bella, ma bella veramente. La Wilson ha un songwriting più studiato ma non per questo spoglio di emotività, e sta in equilibeio tra elettropop e chitarre acustiche, con un modo di cantare vario ed espressivo. Peter, John And Bjork sono più classicamente scandinavi, con il loro pop leggerino, le loro strofe apparentemente sghembe e fuori fuoco che però sono tremendamente affascinanti, ed i loro ritornelli assassini e contagiosi.
E ovviamente mica ci si ferma qui, ci sono altri nomi tra postino indie e blog di amici che sono giunti alle mie orecchie, ma ancora è presto per dare un giudizio, solo che anche qui quel poco che ho ascoltato mi piace un casino! Mamma mia sembra veramente l’albero della cuccagna, un bel giorno dovrei decidere di dedicarmi principalmente alla Svezia e lasciare solo i ritagli di tempo al resto dell’indie. Ma so già che non lo farò… Sarà comunque sempre bello imbattersi in qualche altra prelibatezza made in Sweden!

Annunci

Pubblicato il agosto 4, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: