Il 2006

Intanto, come l’anno scorso, copincollo le risposte al sondaggione di indiejunkies.tk. Manca una classifica dei dischi italiani perchè quest’anno ne ho ascoltati troppo pochi, sto rimediando ora ma è troppo tardi per stilare una graduatoria

top 10 dischi dell’anno:
Damien Rice – 9
Jarvis Cocker – Jarvis
Semifinalists – Semifinalists
The Format – Dog Problems
The Decemberists – The Crane Wife
Gomez – How We Operate
Mystery Jets – Making Dens
Forward Russia – Give Me A Wall
The Fratellis – Costello Music
Keane – Under The Iron Sea

esclusi eccellenti (facoltativo):
Hope Of The States – Left | The Flaming Lips – At War With The Mystics | The Strokes – First Impression On Earth | Delays – You See Colours | Sparklehorse – Dreamt Of Light Years In The Belly Of A Mountain | White Rose Movement – Kick | Midlake – The Trials Of Van Occupanther | Suburban Kids With Biblical Names – #3 | I’m From Barcelona – Let Me Introduce My Friends | Mojave 3 – Puzzles Like You

top 3 dischi dell’anno prima:
Tradizionalmente questa la intendo come i dischi dell’anno prima che ho ascoltato solo quest’anno, per cui
Mew – And The Glass Handed Kites
The Spinto Band – Nice and Nicely Done
Austin Lace – Easy To Cook

peggior disco:
The Automatic – Not Accepted Anywhere

miglior gruppo:
The Flaming Lips perchè tra il disco, il video ed il concerto sono stati fantastici in tutto quest’anno, come sempre del resto

peggior gruppo:
Arctic Monkeys, non tanto perchè sono sopravvalutati, che in fondo non sono comunque poi così male, ma perchè sono antipatici

miglior cantante uomo:
Morrissey, che anche lui non lo si può lasciar fuori dalle citazioni positive

peggior cantante uomo:
Vorrei mettere Alex Turner, per i motivi di cui sopra, ma purtroppo per le mie orecchie quest’anno ho sentito dal vivo il cantante degli Hard Fi a Imola e dopo quella performance questo premio lo guadagna lui di diritto

miglior cantante donna:
Adriana Alba dei Semifinalists, spero di poter dire lo stesso dopo che l’avrò vista dal vivo

peggior cantante donna:
So di essere scontato ma non posso che dire Karen O

miglior singolo:
Come On You Motherfuckers dei Basskniv3s, anche qui più per questioni affettive ma è davvero un gran bel dischetto con 4 pezzi di ottimo rock devastante

peggior singolo:
Boh non mi viene in mente niente

miglior video:
The Flaming Lips – Yeah Yeah Yeah Yeah song

peggior video:
Anche qui non mi viene in mente niente

miglior copertina:
Quella dei Delays, semplice ma di un certo effetto

peggior copertina:
Non mi piace quella di Damien Rice

miglior concerto:
Il 2006 è stata senz’altro l’annata concertistica migliore della mia vita, ma ovviamente IL concerto è quello di Noel e Gem al Blue Note

peggior concerto:
Dato che tradizionalmente considero solo i concerti veri e propri e non le apparizioni ai festival, metto i Clap Your Hands Say Yeah al Transilvania Live di Milano lo scorso febbraio

miglior locale per un concerto:
Avendo avuto la fortuna di essere stato al Koko Club di Londra metto sicuramewnte questo

peggior locale per un concerto:
Il Transilvania Live di Milano continua a non piacermi, anche se quest’anno ci ho visto qualche otrtimo concerto

miglior compilation/greatest hits:
Quest’anno sono usciti i greatest hits di tre gruppi che amo (o amavo) come Oasis, Charlatans e Mansun, ma io scelgo quello dei Feeder perchè, al contrario dei tre che ho citato, rtiesce a rappresentare pienamente il meglio della band

next big thing per il 2007:
Per il successo imemdiato i The View, ma tra quanche anno ci ricorderemo del 2007 come dell’anno in cui hanno esordito sulla lunga distanza i Mumm-Ra

personaggio dell’anno in generale ( anche extra musicale ):
Beth Ditto dei Gossip, ha ragione, una volta tanto, l’NME

miglior haircut/stile:
La cantantona di cui sopra

evento dell’anno
I Marion snon tornati a fare concerti

Cosa dire per concludere il discorso musica? Direi che si può tentare di elencarli questi concerti tanto belli che ho visto quest’anno. A cominciare dal magico febbraio, con Broken Social Scene, Cooper Temple Clause, Piano Magic e Death Cab For Cutie, prroseguendo con marzo e i Magic Numbers e i c|o|d coi Valentina Dorme, poi maggio coi Charlatans a Londra, giugno con Imola e Morrissey e i Depeche Mode, luglio coi Flaming Lips, agosto con Salisburgo, settembre con gli Stooges al Rock in Idro e i Marion a Londra, ottobre con i Placebo, novembre con i Dears e i My Vitriol a Londra. E questi sono solo i concerti di livello super, ce ne sono altri di livello più che buono, insomma davvero sarà difficilissimo ripetere i prossimi anni la quantità di emozioni datemi dai concerti del 2006.

Per il resto il 2006 è stato un anno che ricorderò per diverse cose

A livello professionale è stato bellissimo scoprire che un lavoro in un call center può darti enormi stimoli e soddisfazioni, e farti stare bene, soprattutto farti riscoprire il piacere id aver voglia di lavorare. Poi certo, il colpo di coda di fine anno con l’assunzione in Comune è stata una grandissima cosa. Includiamo qui anche il risucito compimento della pratica legale e l’esame da avvocato, che sia andato come è andato, quello lo vedremo molto più in là.

A livello di sport, il tifo mi ha dato gioie e dolori allo stesso modo, più o meno. Come sport giocato il 2006 è l’anno in cui ho appeso i guanti da portiere al chiodo e mi sono dato toitalmente al basket. Fantastico il tornero della scorsa primavera, più ad alti e bassi quello attuale, ma c’è ancora tempo per riprenderci una posizione in classifica decente.

A livello di amicizie, devo dire che già il fatto di non aver perso i contatti con tanta gente è una bellissima cosa. Non sto qui a nominarvi tutti, lo sapete chi siete. Vorrei invece dare spazio alle nuove amicizie, reali e virtuali. Quelle reali sono due care ragazze, simpatiche, sveglie e con la testa sulle spalle, sono la Paola (che dubito leggerà questo post) e la Elo (che forse invece leggerà, ma non è detto). Ragazze con cui ho diversi interessi in comune e con le quali la conversazione è sempre stroardinariamente piacevole. Vorrei tanto che quest’anno sia stato solo l’inizio di queste amicizie, ma in realtà non vedo perchè dovrebbe accadere il contrario.
Quelle virtuali sono Blutarsky, persona che a pelle mi risulta di una simpatia esagerata, Matteo e Dario, dicasi lo stesso, ed Hengie, sulla quale dico due cose in più. Perchè ha un modo di porsi in Rete certamente non convenzionale, perchè credo che il suo sia l’unico blog la cui lettura ha un pochino influenzato il mio modo di postare qui, e perchè la "gestione" della divergenza che abbiamo avuto tempo fa è stata splendida, davvero come intendo io il dialogo ed il confornto, ovvero andiamo d’accordo ma su una certa questione non la pensiamo allo stesso modo, ce le diciamo, e anche di poco piacevoli, ma sempre tenedo a mente come siamo andati d’accortdo fino a quel momento e facendo in modo di non buttare via il rapporto che si era creato. Sono tanto contento di conoscerti, persone mature come te non se ne trovano facilmente, soprattutto in Rete, dove è ovviamente più facile fraintendersi e mandarsi a quel paese. Poi ovviamente restano le idee opposte su quel punto lì, ma appunto il fatto che lo sappiamo ma non facciamo di tuta l’erba un fascio è una cosa bellissima.

A livello di viaggi, direi che quest’anno Stoccolma batte tuti gli altri, per tutto, la compagnia, la città, l’intensità di quei giorni in ogni aspetto, davvero una vacanza che ricorderò a lungo. Speriamo che i nostri amati Kent facciano concerti nel 2007 e soprattutto che avremo tempo e soldi per andare. Poi certo anche gli altri viaggetti sono stati ottimi, da quyelli in Gran Bretagna al tour gastronomico a Salisburgo. Nel 2007 so già che mi aspetta un weekend di ubriachezza in Irlanda a fine gennaio e il festival di Brighton a maggio. Dire iche già così non è niente male. Vorrei anche tanto tornare a Roma, è ormai troppo troppo tempo che manco.

A livello di donne niente, un 2006 piatto come una tavola da surf. Ma non si può avere tutto, vedremo se il 2007 mi riserverà qualche soddisfazione da quel punto di vista.

Intanto domani passerò la serata a Bologna in compagnia di cari amici. Non sono previsti eccessi, ce ne staremo belli tranquilli in una casa sull’Appennino, il tipo di Capodanni che preferisco. Il prossimo post sarà datato 2007.

Tanti auguri a tutti!

Annunci

Pubblicato il dicembre 30, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. Ué grazie Barto. Tu a pelle sei MITICO.

  2. io mi metto di prepotenza tra quelli che sanno chi sono.
    e ribadisco che nel 2007 ti amerò più che nel 2006 meno che nel 2008.

  3. ti ringrazio per le tue parole, davvero, mi hanno fatto un immenso piacere… 🙂

    anche a me è piaciuta molto la gestione del diverbio infuocato che c’è stato qualche tempo fa tra noi….. confesso che le mie previsioni non erano molto ottimistiche inizialmente, e sono rimasta contenta nello scoprire che mi sbagliavo, e nel constatare che siamo riusciti a superare la cosa mantenendo quell’incidente separato dal resto della nostra amicizia virtuale…… è stato molto bello, davvero, ed è stato un esempio del genere di cose che nel web mi è accaduto molto di rado, e nella vita reale ancora più sporadicamente… purtroppo, però credo di non essere dal vivo una persona troppo matura, visto che se nel web riesco ad essere molto ragionevole e a cercare quasi sempre il chiarimento -chiaro che poi dipende anche da come si pone l’altro nei miei confronti….perchè se devo combattere contro un muro giro i tacchi quasi sempre-, dal vivo troppe volte -vuoi per orgoglio, vuoi per mancanza di coraggio visto che comunque non è facile affrontare i problemi con le persone…, eccetera eccetera…, dipende dalle singole situazioni…- mi tiro indietro e mi chiudo a riccio… per cui spesso se non c’è una grandissima buona volontà da parte dell’altro, il rapporto si incrina….

    tornando al discorso, mi fa davvero molto piacere che le cose si siano appianate dopo quella vicenda, perchè sarebbe stato veramente un peccato perdere quest’amicizia con te per colpa di quella discussione…. un gran peccato…

    una curiosità…. dici che ti ho influenzato nel modo di postare sul blog….. in che modo?

  4. Mi hai un pochino influenzato nel senso che per un lungo periodo qui parlavo solo di musica e pallacanestro, pallacanestro e musica, e non mi veniva voglia di parlare di quello che mi stava capitando nella vita, e questo nonostante diversi miei amici lo stessero facendo nei loro blogghi. ma poi leggendo te mi è tornata la voglia di scrivere qualcosina di “mio”, non tanto, a dire il vero, giusto un pochino. Mi ha stimolato il tuo modo di proporre quello che ti salta in testa in maniera che quello che leggi sembrerebbe chiaro a tutti ma con quell’impressione che in realtà lo è solo per te al 100%. E allora qualche post qua e là (ultimo esempio, quello scampolo di testo dei c|o|d scritto in arancione qualche giorno fa) è stato figlio della stessa voglia di esternare in maniera non certo totalmente criptica, ma più di quanto si possa pensare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: