Leave them all behind

Il titolo di questo post è anche quello di una canzone dei Ride, e ora che Mark Gardener è tornato con il suo disco solista These Beautiful Ghosts (in realtà il disco è di due anni fa, ma in Europa arriva solo ora, stranezze del mercato discografico), se li lascia letteralmente dietro tutti, i dischi marchiati 2007 pubblicati finora. Difficile nominarlo disco dell’anno, dato che, appunto, esiste già da due anni, ma ascolto dell’anno sì, sicuramente, senza se e senza ma. Un’ispirazione ed una sensibilità che tutti gli altri possono solo sognarsi, e l’unica cosa che resta loro da fare è mettersi in fila dietro al maestro.

E adesso l’attesa per la data dell’11 maggio si fa a dir poco spasmodica.

Annunci

Pubblicato il aprile 22, 2007 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. confermati Modest Mouse all’Estragon il 4/6 – 18 euro

  2. Mmmm… mi sa che tocca esserci 🙂 A meno che, già che ci sono, non fanno tappa anche a Milano.

  3. oddio…che flash….!

    ho veramente preso un abbaglio!!!

    appena ho letto il titolo di questo post ero straconvinta che fosse ispirato a “leave it behind” dei great lake swimmers (uno dei loro pezzi che mi piace maggiormente, tra l’altro!).

  4. Ce l’ho il disco, l’ho ascoltato poco ma mi è piaciuto, lo riascolterò meglio. Su indie-rock c’è la recensione del mio amico Vincenzo, tra l’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: