Radiohead

Allora io musicalmente li adoro, ma per dichiarazioni come quelle alla fine di questa intervista si meriterebbero punizioni corporali. Criticare l’industria musicale, sperare in un cambiamento del business del file sharing, dopo che per In Rainbows dapprima hai strombazzato ai quattro venti il fatto che volevi svincolarti dalle etichette discografiche e poi, dipo due mesi ti sei accasato con un’etichetta (indie, ma pur sempre un’etichetta), aumenta ancora di più il senso di presa per il culo per chi, come me, ha pagato deliberatamente dei soldi per sostenere la scelta, solo dichiarata ma poi non certo perseguita, di svincolarsi dal music business. Perchè se ti accasi con un’etichetta indie, ci sei comunque nel music business, e allora faresti meglio a stare zitto. Vaffanculo cari, io non vi compro più un cazzo, scarico tutto gratis, e sarà già tanto se verrò a vedervi ancora dal vivo.

Annunci

Pubblicato il gennaio 21, 2010 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 10 commenti.

  1.  (Sono Mist, non ho voglia di fare login)

    Ma Barto, io ricordo che all’epoca del download di In Rainbows già si sapeva che sarebbe uscito nei negozi qualche mese dopo.

  2. Adesso vedo se si trova qualcosa in merito.

  3. Qui Yorke dice che "When we first came up with the idea, we weren’t going to do a normal physical CD at all. But after a while it was like, well, that’s just snobbery".

  4. Per colui che mi ha inveito contro su Twitter: i Radiohead hanno detto, e ancora dicono nell’intervista che ho linkato, di voler CAMBIARE il music business. Ma se tu ti accasi con un’etichetta discografica, cosa cambi? Se avessero continuato a distribuire In Rainbows solo tramite loro stessi sì che l’avrebbero cambiato, così non cambiano proprio un cazzo, ma prendono per il culo chi ha voluto dar loro dei soldi per il download proprio per supportare la loro dichiarata voglia di svincolarsi dalle etichette discografiche. Io non ce l’ho né con il music business e nemmeno con le etichette indipendenti, ho a casa circa 150 cd originali quindi non sono io quello che fa mancare soldi al mercato, però vorrei che ci fossero meno persone che ci guadagnano nel processo che porta il disco dall’artista all’ascoltatore, e i Radiohead mi avevano fatto credere di essersi mossi in quella direzione, poi però si accasano con un’etichetta e allora cosa cambia? E allora cosa parlano a fare di cambiare il music business? Per cambiarlo bisogna far sì che meno persone possibile prendano soldi nel processo di cui sopra, se tu però non fai in modo che parte di queste persone che stanno in mezzo non ci guadagnino. tu non cambi un cazzo, e ciononostante continui a dire che vuoi cambiare le cose, e io ti mando affanculo (non te, i Radiohead)

  5. 1500 cd originali volevo dire, non 150.

  6. (prima, da twitter: certo che ne dici di cazzate eh? ma se non sai le cose, stare zitto non ti viene come idea? (radiohead). – basterebbe che ti informassi. prima di sparare cose a caso. i radiohead non hanno mai voluto abbandonare il music business. non 
    l’hanno mai detto. hanno sperimentato nuove forme per fare il loro lavoro. perché è un lavoro, se non te ne sei accorto. gli artisti hanno bisogno di soldi per vivere, come me e te. e hanno bisogno di vendere i dischi. le label indipendenti sono una ricchezza fondamentale per chi ama la musica. se invece preferisci giocare al ribelle che ti senti tanto fico, renditi conto che sono quelli come te che fanno sì che intorno al filesharing ci sia tanta fuffa. e un’aria di repressione imminente. i dischi quelli belli, si comprano. e si sostengono le etichette indipendenti. se no, finisce tutto.)

    cosa ti devo dire di più di quanto ti ho già detto? hai scritto un’accozzaglia di roba mal tagliata. cosa dovevano fare i radiohead, secondo te? presentarsi a casa tua, regalarti il loro cd con allegata anche una fetta sottile di culo di yorke? 
    in più non hanno MAI detto di voler abbandonare il music business. né di non volere più avere un contratto discografico. 
    dire che un’etichetta indipendente è pur sempre miusicbisness, oltre a farti sentire così fico e contro, cosa vuol dire?
    di cosa stiamo parlando?
    hai qualcosa da dire, o preferisci solo rimirarti nello specchio?

  7.  ma tu lo sai come si fa un disco? ti rendi conto del fatto che le etichette SERVONO? che non vuol dire niente auspicare che ci siano meno persone che ci guadagnano? è solo uno slogan. vuoto, drammaticamente vuoto.

  8. Ma tu la smetti di scrivere in modo aggressivo senza rispondere a ciò che scrivo io? Tu dici che io parlo per slogan vuoti, bene io dico che sei tu quello che lo fa. Io ho detto di non avercela per niente col music business, ma dire, come ha fatto O’Brien in questa intervista, che si vuole cambiarlo dopo essersi uniformati alle sue regole è una stronzata, piuttosto stai zitto. Lo so che le etichette servono, ma pensare che tra l’artista e me ci devono guadagnare l’etichetta, il distributore e il negoziante mi sta sul culo, per questo cerco sempre di comprare cd ai concerti e non nei negozi. Ma poi non è questo il punto, ripeto se queste regole sono necessarie, e non credo che lo siano, ok, mi arrendo, ma almeno che le band stessero zitte e non dicessero di voler cambiare quando non fanno nulla per farlo davvero.

  9. There’s no business like show business.

  10. tra l’altro qui dice bene: la pirateria non sta uccidendo l’industria musicale. Poi però riportano ancora le dichiarazioni che il business deve cambiare, che ci vogliuono nuove forme di business digitale. Ok, ripeto, se poi però distribuisci i dischi nei negozi non cambi proprio niente, non incentivi a crearli questi modelli nuovi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: