Iniziamo con le classifiche: Top 10 Italia 2011

Dicembre, si sa, è tempo di classifiche, inutile stare a girarci intorno e trovare spiegazioni al fenomeno, è così e basta e personalmente la cosa mi diverte molto. Il problema è che quest'anno sono in grosa crisi per la classifica generale perchè ho le idee molto confuse sui dischi internazionali. Ci penseremo in tempo, spero, e intanto inizio con la top 10 Italia (ok sì, il primo in lista è svizzero, ma dai, sono ticinesi, hanno registrato a Varese, mi sembra giusto considerarlo un prodotto riconducibile all'Italia, e poi tanto è il mio disco dell'anno in generale, è l'unica certezza che ho). Come alsolito mi arriveranno commenti del tipo "e questo perchè non c'è?". Non c'è non perchè necessariamente non mi sia piaciuto, ma perchè purtroppo non è mai facile scegliere (più penso a certi esclusi e più soffro, onestamente) e secondo me anche quest'anno l'Italia può uscire a testa altissima per la qualità media di ciò che ha prodotto.

Comunque (i link sono alle mie recensioni, mi manca solo quella degli Es che farò a brevissimo):

1. Peter Kernel – White death & black heart
2. Cesare Basile – Sette pietre per tenere il diavolo a bada
3. Francesca Lago – Siberian dream map
4. Verdena – Wow
5. News For Lulu – They know
6. Es – Tutti contro tutti portiere volante
7. Vegetable G – L'Almanacco Terrestre
8. Welcome Back Sailors – Yes/Sun
9. Ratafiamm – Low budget invasion
10. I Cani – Il sorprendente album d'esordio dei cani

Annunci

Pubblicato il dicembre 2, 2011 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. Con tutto il rispetto, mi pare che qui manchino gli A Classic Education. Sui Cani meglio che non mi pronunci, 100 volte meglijo The Jaqueries, dovessi scegliere qualche romano.
    Ciao, Marco

  2. Il disco degli A Classic Education proprio non mi ha convinto, ci ho provato e riprovato ma niente, nessuno spunto degno di interesse, o quantomeno del mio, sia nel songwriting che nel suono. Mi spiace perchè i brani che erano stati anticipati prima del disco mi intrigavano.

  3. http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10150398628726820&set=a.47445836819.70785.509351819&type=1&theater  🙂

     

    i Peter Kernel li considero (e si considerano) svizzeri, sorry. E sono nei miei dischi dell'anno generali, su Blow Up di gennaio

    la Lago è appena fuori dalla mia lista ma ci poteva stare benissimo. Bene anche News For Lulu, gli adorabili VegetableG li preferisco blur-space in inglese che non fake battiato e battistipanella (argh) in italiano, si sono standardizzati e io so che invece possono fare grandi cose. Ratafiamm il loro meglio l'hanno dato con "Precari", un testo della madonna. ai Welcome Back Sailor's voglio molto bene ma evocarli mi porta alla mente episodi anche dolorosi della mia annata nei quali furono involontari partecipanti, e "a volte" la vita conta più della musica… bella chart Barto, bella chart chart chart

  4. della tua gli unici che non mi convincono oltre ai Classic sono i toys perchè trovo questo disco un passo indietro in termini di personalità, per il resto ovviamente anche la tua mi piace. I PK quando hanno suonato a Varese hanno detto "siamo contenti di fare il nostro centesimo concerto qui perchè questa è casa nostra", poi ovvio non sono italiani tout court però mi piace ricondurli ad un'area italiana.

  5. certo, sono lieto si sentano italiani, ma niente in loro lo è (nemmeno la label, a rigore). i Toys hanno fatto un altro capolavoro e premio la continuità. ACE anche ieri trascinanti. Comunque un'annata da passo indietro, dopo il 2010 splendido.

  6. Beh, passo indietro fisiologico, il 2010 è un'annata irripetibile da qui all'eternità credo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: