Gli spazi per suonare ci sono o no?

Uno dei tormentoni più ricorrenti in ambito indie italiano è la mancanza sempre più accentuata di spazi che permettano ai gruppi di suonare e in generale di esprimersi. Lo dicono i gruppi, soprattutto quelli storici: per restare su esempi che riguardano direttamente il sito di cui sono responsabile, lo dice Gian Maria Accusani, uno che ne ha viste tante, e me l’hanno etto anche gli Es l’altro ieri, in un’intervista che appena riuscirò a sbobinare verrà pubblicata. Lo dicono anche i gestori dei vari circoli chiusi dalle forze dell’ordine o incapaci di andare avanti per via delle perdite economiche e lo dicono, infine, anche quegli utenti che protestano contro queste chiusure: il numero di concerti è obiettivamente in calo e secondo loro la colpa è di queste chiusure forzate.

C’è chi dice, invece, che il numero degli spazi è in realtà aumentato. Se prendiamo il pallottoliere e contiamo il numero dei live club presenti in Italia negli anni Novanta e ora, quelli di ora sono almeno il triplo, e nelle grandi città anche il quadruplo. Quindi la colpa del calo di concerti va imputata alla mala gestione dei locali, tra ingiustificate manie di grandezza e mancato rispetto delle norme, sia di sicurezza che fiscali, da parte dei gestori dei locali. E poi c’è troppo sovraffollamento di gruppi attivi con conseguente livellamento verso il basso: se negli anni Novanta i concerti di gruppi davvero indipendenti in Italia erano meno, ma i nomi erano Afterhours, Marlene, Ritmo Tribale, Scisma e compagnia cantante, ovviamente i locali erano pieni perché la gente era invogliata ad andarci da queste proposte capaci di unire qualità e capacità di attirare tanta gente. Ma ora, in un panorama che nell’ultimo decennio non ha prodotto una singola canzone capace di unire i gusti di tanti come una Male di Miele o una Sonica, ma cosa vogliono questi gruppetti capaci solo di guardare nel proprio orticello? Se le meritano le difficoltà nel trovare date e nel radunare gente.

Chi ha ragione? Io una mia idea ce l’ho, ma voglio prima che arrivi qualche commento e poi la esprimerò. Vediamo un po’ chi ha voglia di partecipare alla discussione

Annunci

Pubblicato il marzo 5, 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: