Mansun, 2014

Oggi a Chester si è svolta la Mansun Convention, nella quale 500 fan da tutto il mondo si sono trovati per celebrare il lascito dei Mansun, come diceva il programma ufficiale. Da quando esistono i social network, quindi non solo da Facebook, ma anche da MySpace e Last.fm, i fan dei Mansun sono sempre stati i più attivi nel creare gruppi di discussione sulla band e su quello che hanno significato per tanta gente. Sembra che il 2014 sarà l’anno nel quale tutti gli sforzi fatti nel mantenere vivo il ricordo della band e in particolare del genio di Paul Draper inizieranno a essere ripagati. Intanto, per la prima volta dallo scioglimento dei Mansun, e dopo poche e sporadiche collaborazioni, Paul ha lavorato a un album nella sua interezza, partecipando alla scrittura di metà delle canzoni, suonando e lavorando come produttore, la band si chiama The Anchoress ed è guidata dalla splendida voce di Catherine A. Davies. La canzone già pubblicata, “What Goes Around”, ha proprio il tipico tocco melodico di Paul, che si incastra alla perfezione con la sensibilità vocale di Catherine. Certo, la produzione non ha nulla di “alternative”, ma il brano è di gran qualità. Poi c’è stata questa convention, a cui non sono riuscito a andare ma che dev’essere stata una cosa fantastica, tra memorabilia, video inediti, tribute band e soprattutto, come in ogni convention che si rispetti, discussioni su quello che è stato, sul suo significato, su cosa aspettarsi dal futuro. Il programma credo che spieghi meglio di ogni altra cosa quanto debba essere stato bello per chi ci è andato, eccolo qui.

Come ricompensa più grossa per noi fan, alla convention è stata suonata in diffusione la prima canzone solista ufficiale di Paul Draper. Paul aveva detto che dopo lo scioglimento si era messo subito a registrare per un disco solista, che aveva il titolo di “Spooky action”, ma che poi ha messo tutto da parte perché si sentiva molto giù a livello personale e non era affatto nelle condizioni mentali per poter fare musica. Qualcuno per fortuna è riuscito a registrarla con buona qualità e l’ha messa online, così anche noi che non c’eravamo possiamo sentirla piuttosto bene. Che posso dire, mi è impossibile essere anche solo vagamente critico nei confronti di un evento del genere, Paul è uno degli artisti che più mi ha colpito e a cui mi sono più dedicato da quando sono appassionato di musica. In questo momento sto ascoltando la canzone in loop e non riesco a esaltarmi come faccio di solito, perché è un ritorno di portata emotiva talmente grande per me che mi sento in soggezione e non riesco a liberare completamente la positività che in realtà sento che c’è dentro di me, soffocata dalla soggezione ma c’è. Evito di linkare per ora perché aspetto una versione ufficiale, comunque adoro un sacco l’idea che i fan siano sempre stati così attivi su internet e ora inizino a essere ripagati, e se poi i Mansun verranno anche rivalutati agli occhi di chi li ritiene una band di secondo piano (e ci sono, fidatevi che ci sono), meglio, se no chi se ne importa, innanzitutto siamo noi fan che ci meritiamo un ritorno di Paul in forma come ai bei tempi e come mostra di essere in questa nuova canzone. Intanto io me la continuo a ascoltare in loop e non so quando andrò a dormire stanotte.

Annunci

Pubblicato il agosto 23, 2014 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: