Nella fattoria siamo tutti uguali, ma qualcuno è più uguale degli altri

Visto che si fa un gran parlare della manifestazione delle Sentinelle in Piedi, io, invece di leggere le opinioni di chi ne ha scritto, sono andato a prendermi il loro comunicato ufficiale su Facebook e ho deciso di mettere per iscritto una serie di pensieri, rivolgendomi direttamente a queste Sentinelle prendendo spunto solo e soltanto dalle parole del comunicato:

noi riteniamo che ci sia una minoranza debole e silente che non può esprimersi e che va tutelata: i bambini. Hanno diritto ad avere un papà e una mamma e soprattutto a nascere da un atto d’amore gratuito, senza essere fabbricati come oggetti pronti al consumo. Riteniamo inoltre che il matrimonio sia solo quello fondato sull’unione stabile fra un uomo e una donna e che la famiglia sia la cellula base della nostra società. Questo non significa essere contro le persone”.

Certo che significa essere contro le persone. Se dite che solo due persone di sesso diverso possano sposarsi e avere figli, evidentemente siete contro quelle persone dello stesso sesso che si amano e che vogliono utilizzare l’istituto del matrimonio per dare una forza morale più intensa al loro legame affettivo, oppure perché semplicemente, purtroppo, in Italia le coppie sposate hanno più diritti di quelle non sposate. Siete anche contro queste stesse persone nel momento in cui esse sentono di avere la forza, la capacità e la voglia di crescere un bambino.

Se infatti oggi si viene accusati di omofobia, peggio aggrediti, soltanto per il fatto di stare in silenzio nelle piazze e manifestare il legittimo dissenso verso un provvedimento legislativo, cosa accadrà domani, se la legge entrerà in vigore?

Non vedo il nesso, non capisco perché, se manifesterete di nuovo quando e se la legge dovesse entrare in vigore, dovreste ricevere più contestazioni di prima. A quanto leggo, dev’essere perché siete convinti che, una volta passata questa legge, chiunque manifesti contro di essa possa venire accusato di omofobia. Mi sembra una paura forzata e strumentale, io potrei anche dirvi che invece se la legge entrasse in vigore nessuno verrebbe a rompervi le scatole in caso di nuove manifestazioni, tanto la legge a quel punto sarà legge, quindi perché venirvi a disturbare? Più probabilmente, quello che non volete capire, o che fate finta di non capire, è che la gente si oppone a voi per le vostre idee, al di là del fatto che le stiate manifestando per opporvi a una proposta di legge oppure no. Soprattutto, quello che a me sembra che stiate facendo è prendere come scusa il rischio che una legge possa accusarvi di essere omofobici come scusa per far sapere al mondo che non volete omosessuali sposati e che crescano un bambino.

il grandissimo inganno delle politiche Lgbt portato avanti da una lobby piccola ma potente, alimenta la presunta contrapposizione tra omosessuali ed eterosessuali

Perché, dire come state facendo voi, che le persone eterosessuali possono sposarsi e crescere un figlio mentre quelle omosessuali no, non è creare una contrapposizione?

Non esistono un “noi” e un “voi” che si combattono, non per le Sentinelle in Piedi che si rifiutano di incasellare le persone in base all’orientamento sessuale, poiché non è questo aspetto a costituire l’integrità della persona”.

Non le incasellate ma volete che la possibilità di sposarsi e di crescere un bambino venga loro negata. Quindi sarebbe utile capire cosa intendete per “incasellare”.

Dietro la rivendicazione di presunti diritti negati, le questa lobby si arroga il diritto di parlare a nome di tutte le persone omosessuali o transessuali, senza considerare che tra queste c’è chi è del tutto contrario alla pretesa di diritti declinati in base all’inclinazione sessuale. Molte di queste persone vegliano nelle piazze e sono Sentinelle”. 

Quindi visto che ci sono delle persone omosessuali contrarie alla possibilità che chi ha questo orientamento sessuale possa sposarsi e crescere un figlio, allora non è giusto che questa possibilità venga rivendicata. Ma soprattutto, nessuno pretende diritti declinati in base all’inclinazione sessuale, perché quello che si vuole, e che voi non volete, è esattamente il contrario, ovvero che le persone possano sposarsi e crescere un bambino A PRESCINDERE dall’inclinazione sessuale. Invece oggi, questa possibilità è esattamente concessa oppure negata proprio in base all’inclinazione sessuale.

La libertà ci riguarda e ci interpella tutti, per questo occorre scendere in piazza, non per odio verso qualcuno, ma per amore verso tutti e fermamente contro la violenza di chi vuole imporci un pensiero unico, metterci gli uni contro gli altri e tapparci la bocca o zittire le coscienze”.

Ok, quindi amiamoci tutti, non mettiamoci gli uni contro gli altri, però gli eterosessuali possono sposarsi e crescere un bambino e gli omosessuali no. Il perché non viene nemmeno spiegato, voi ritenete così e quindi deve essere così. Del resto, nella fattoria siamo tutti uguali, ma qualcuno è più uguale degli altri.

Annunci

Pubblicato il ottobre 8, 2014 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: